Consumi elettrici, ecco alcuni utili consigli per abbassarli

Al giorno d’oggi, uno dei principali crucci di chi ha un appartamento è quello di riuscire a risparmiare il più possibile i costi relativi alle bollette. A volte, senza prestare sufficiente attenzione, si rischia di spendere molto di più di quello che si era messo in preventivo, proprio in virtù del fatto che manca una certa organizzazione strategica nel tentare di ridurre i consumi energetici.

E ci sono anche diverse applicazioni che offrono la possibilità di conoscere proprio delle strategie che servono a far diminuire i consumi dell’elettricità. Intanto, il boom di app per tablet e smartphone ha stravolto anche il mondo del gioco d’azzardo. Tutti i casino online con paypal, ad esempio, hanno cominciato ad offrire la possibilità di giocare e puntare direttamente dal dispositivo mobile, con evidenti vantaggi per i giocatori.

L’indagine svolta da ABenergie

Grazie a un’indagine che è stata portata avanti da parte di ABenergie, uno dei produttori e fornitori principali di energia elettrica in Italia, si è cercato di capire quanto l’uso degli elettrodomestici possa influire sui consumi finali che vengono registrati in bolletta. E, di conseguenza, quali accorgimenti si possano mettere in atto per ridurli.

Secondo tale studio, che ha analizzato a fondo le abitudini di un migliaio di famiglie di italiane composte da 4 persone, qualcosa come il 50% dei consumi di energia è legato all’utilizzo di elettrodomestici classici. Per essere più chiari conviene fare qualche esempio concreto: è il frigorifero l’elettrodomestico che incide maggiormente, dal momento che, da sola, occupa quasi il 21% dei consumi totali.

Subito dopo il frigorifero troviamo la lavastoviglie, che occupa il 15% dei consumi totali all’interno dell’abitazione, mentre l’illuminazione è sul gradino più basso del podio, con il 10% circa del totale dei consumi elettrici. Un dato a cui fare grande attenzione è quello relativo a tutti quei dispositivi che vengono lasciati in stand-by: anche questi influenzano notevolmente i consumi, visto che vanno ad assorbire qualcosa come l’8% del consumo totale.

Insomma, è sufficiente mettere in atto alcuni semplici accorgimenti ed ecco che si può arrivare a risparmiare fino al 18% dei consumi. Il consiglio migliore da seguire è certamente quello di sfruttare di più i nuovi apparecchi tecnologici, che sono in grado di svelare quali siano i dispositivi che consumano di più all’interno della propria abitazione.

L’app che ti segnala il livello dei consumi

Un sistema è stato sviluppato dallo stesso produttore ABenergie, denominato DiCE, che può contare sulla presenza di un’app particolarmente funzionale a tale scopo. Quest’ultima, infatti, per mezzo di un’interazione legata a movimenti e gesti della mano e tramite dei segnali luminosi, potrà individuare i livelli di consumo elettrico all’interno di un’abitazione.

Se il segnale luminoso che viene emesso è verde, allora vuol dire che i consumi rientrano nella media. Se i consumi dovessero aumentare, la luce può arrivare fino ad un colore rosso acceso, esattamente come quello di un semaforo, per segnalare che si è arrivato alla soglia massima disponibile. Da qui, basta un piccolissimo aumento e il black-out è dietro l’angolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *